logo-mini

OF News Aggregator

Per iscriversi o disattivarsi dalla mailing list

Uscita di venerdì 13 luglio 2018

Bce, sui crediti detriorati fisserà le attese per ogni banca

Cover Story
MILANO - La Vigilanza bancaria che fa capo alla Bce ha deciso come procedere per la riduzione dello stock dei crediti deteriorati (Npl). La Bce "fisserà aspettative specifiche per ciascuna banca per la copertura degli Npl", che si baseranno sugli attuali livelli dei crediti in default e sui principali dati finanziari "in modo coerente" per gruppi di banche con simili caratteristiche. Lo ha spiegato nella serata di mercoledì la stessa Bce. ...
 
Leggi tutto

Bce, arriva la stretta su supervisione e copertura degli Npl

Cover Story
La Banca centrale europea ha annunciato ulteriori misure per gestire gli stock di Npl nell'Eurozona. Come si legge in una nota, la Bce fisserà aspettative sul provisioning degli Npl (ovvero gli accantonamenti per la copertura dei crediti deteriorati) specifiche per ogni banca. La decisione fa seguito al lavoro già fatto per la riduzione degli stock di Npl e crea una cornice rilevante per proseguire il dialogo. Nell'ambito dell'approccio la vigilanza bancaria Bce «si impegnerà ulteriormente con ogni banca per definire le aspettative sulla supervisione. Queste sono basate sul benchmarking di banche simili e paragonabili e sono definite in base all'attuale livello di Npl e alle caratteristiche finanziarie degli istituti». ...
 
Leggi tutto

Le regole della Bce sugli Npl aiutano le banche. In luce Banco Bpm

Cover Story
Buone notizie per le banche italiane, con la definizione da parte della Bce delle regole che verranno adottate per ridurre lo stock di Npl. Positiva la reazione in Borsa soprattutto per Banco Bpm, Bper e Ubi Banca, con il FTSE MIB che dopo un timido tentativo di rimbalzo in avvio è passato in rosso. Il Banco Bpm inoltre beneficia anche della stretta sull'asta delle sofferenze, con sette offerte arrivate ieri sul tavolo per il maxi-pacchetto di Npl e per la vendita della maggioranza della piattaforma di gestione degli stessi crediti. Le offerte sarebbero su perimetri differenti, per cui ora sarà il Banco a doverle valutare. ...
 
Leggi tutto

Unicredit, dalla vendita di Card Complete un possibile guadagno di 140 mln

Economia
Il settore dei pagamenti digitali in Europa è in pieno consolidamento e Unicredit prenderà parte all'M&A. Lo farà vendendo Card Complete Service Bank Ag, il maggior gruppo austriaco per le carte di credito, partecipato (50,1%) da Bank Austria (quest'ultima controllata da Unicredit ) per i servizi relativi alle carte di credito. L'indiscrezione arriva dall'agenzia Bloomberg. Card Complete Service Bank Ag vede quali soci, quindi, Bank Austria e, per il (49,9%) Raiffeisen Bank InternationaL Card Complete ha un enterprise value di 400 milioni di euro, hanno riferito le fonti a Bloomberg, spiegando che Unicredit sta lavorando con un consulente finanziario sul progetto, per ora alle fasi iniziali. Intanto questa mattina Unicredit sale dello 0,71% a 14,792 euro alle ore 11:40. ...
 
Leggi tutto

Banca Generali, a giugno raccolti 502 mln

Economia
Banca Generali ha realizzato a giugno una raccolta netta di 502 milioni, con un saldo da inizio anno di 3,15 miliardi. Il dato, spiega una nota, tiene conto della tipica stagionalità del mese che ha visto pagamenti per imposte da parte dei clienti per 125 milioni, a cui vanno aggiunti gli ulteriori esborsi di 61 milioni alle scadenze fiscali del 2 luglio per un totale di 186 milioni. ...
 
Leggi tutto

Carige, caos al vertice. Duello tra Malacalza e il ceo Fiorentino

Economia
Lo scontro tra Vittorio Malacalza, azionista di riferimento di Carige con il 20,6%, e l’amministratore delegato Paolo Fiorentino, da lui voluto appena un anno fa come capoazienda, terzo ceo in tre anni, esplode tra mercoledì notte e giovedì mattina, anche se covava già da settimane e aveva portato alle dimissioni del presidente Giuseppe Tesauro e dei consiglieri Stefano Lunardi e Francesca Balzani. ...
 
Leggi tutto

Bper e Sondrio, offerta per Arca

Economia
Oggi Bper Banca e Banca Popolare di Sondrio presenteranno in tandem l’offerta per rilevare il 40% di Arca Holding (che controlla Arca Fondi Sgr) in mano alle ex banche venete, finite in liquidazione. È quanto ha riferito una fonte a MF-DowJones, confermando che la presentazione dell’offerta avverrà nei tempi previsti (oggi scade il termine per questo primo step dell’asta). La proposta dei... ...
 
Leggi tutto

Impact sim, al via la società degli ex Azimut Artoni, Mach e Spinola

Economia
Impact sim inizia oggi ufficialmente la sua attività. Che sarà fatta di gestione dei portafogli, consulenza in materia di investimenti e collocamento di prodotti finanziari.Con l’autorizzazione della Consob arrivata nelle ultime ore, il panorama dell’asset management italiano si arricchisce di un nuovo protagonista. Gli uomini dell’impresa non sono alle prime armi: Fausto Artoni, Stefano Mach e Gherardo Spinola sono infatti tre gestori di lungo corso che con un inedito spin off di sè stessi e delle loro attività hanno lasciato il gruppo Azimut, la società quotata presieduta da Pietro Giuliani, per mettere in piedi una propria attività. ...
 
Leggi tutto

Il 2018 è l'anno record per il private equity italiano: Q1 con il più alto numero di offerte

Economia
“Il PE svolge un ruolo fondamentale nell’impresa familiare" spiega Carlo Pavesi, partner di GPB “poiché mette a disposizione capitale e competenze per lo sviluppo e la crescita, agendo inoltre da acceleratore della modernizzazione delle PMI (piccole e medie imprese) in termini di governance aziendale e di pratiche di gestione ottimali”. Numerose PMI italiane, grazie alla reputazione di cui godono per la qualità dei prodotti, la regolarità dei flussi di cassa e la volontà di crescita in ambito internazionale, si sono rivelate target ideali per il PE. Il record stabilito nel Q1 rappresenta la prosecuzione dello slancio a cui si è assistito negli ultimi due anni, come sottolinea Gianni Martoglia di GPB: “Il trend positivo iniziato negli anni 2016 e 2017 è continuato nel 2018; e non sembrano esserci segnali di rallentamento nelle attività di PE”. Tuttavia, Stefano Valerio di GPB ammette che l’incertezza politica attualmente presente nel paese potrebbe essere fonte di preoccupazione per alcune aziende...
 
Leggi tutto

Visco, «Più deboli di dieci anni fa»

Economia
«Le tensioni registrate di recente nel mercato finanziario italiano mostrano l’importanza di un orientamento prudente e bilanciato nella politica economica. Mantenere condizioni ordinate sul mercato dei titoli di Stato è indispensabile per difendere la stabilità del sistema finanziario e tutelare efficacemente il risparmio degli italiani». Dal governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, arriva un nuovo invito al governo alla prudenza nella gestione dei conti pubblici. «Le difficoltà della finanza pubblica possono determinare un complessivo deterioramento del merito di credito delle imprese, con conseguenze sulla qualità deli prestiti bancari. Sarebbe illusorio pensare che il legame tra i rischi sovrani e rischi bancari si possa rescindere con interventi che spingano gli intermediari a ridurre drasticamente la loro esposizione diretta» ha detto Visco intervenendo oggi all’Assemblea annuale dell’Associazione bancaria, sottolineando con preoccupazione il rallentamento delle riforme in Italia e in Europa. ...
 
Leggi tutto

Intervista a Jamie Dimon (Jp Morgan): «Al fianco dell’Italia. Uscire dall’euro una catastrofe. La fine del Qe non preoccupa»

Economia
J.P. Morgan è in Italia da più di 100 anni e «intende rimanerci per i prossimi 100 anni». Jamie Dimon, ceo e chairman di J.P. Morgan Chase & Co., è stato in visita a Roma nei giorni scorsi, a conferma dell’ «impegno totale» della banca verso l’Italia, i governi, gli imprenditori, le istituzioni finanziarie italiani. «La nostra attività qui sta crescendo», afferma con vigore. ...
 
Leggi tutto

Decreto lavoro, dagli stagionali ai giochi: le ultime modifiche prima della firma del Colle

Economia
contratti a tempo determinato per le attività stagionali potranno essere prorogati o rinnovati liberamente, senza dover indicare la causale. L’aggravio contributivo, 0,5 punti percentuali - che si aggiunge all’1,4% già introdotto dal 2012 da Elsa Fornero e che finanzia la Naspi - resta, scatterà «in occasione di ciascun rinnovo» di un rapporto a termine, inclusa la somministrazione (su cui, quindi, si aggrava la stretta, visto che al rapporto tra agenzia privata e lavoratore si estenderà pure il giro di vite in arrivo sui contratti a termine). Una terza novità riguarda poi le coperture dei giochi, con un anticipo dello 0,25% di aumento del Preu sulle slot per coprire l’abolizione dello split payment per i professionisti a partire dalla prossima settimana. ...
 
Leggi tutto

Lievi rialzi per le borse Ue, la paura dei dazi frena i guadagni

Affari Personali
A Piazza Affari bene tra i bancari Banco Bpm (+1,52%), Bper (+1,28%), ma l'indice di settore ha ceduto lo 0,21% a fine seduta. In calo in particolare Intesa Sanpaolo (-1,17%). ...
 
Leggi tutto

Fine del Quantitative easing ma a sorpresa i tassi dei mutui scendono ancora

Affari Personali
Tassi dei mutui ancora più giù. A sorpresa, il costo dei prestiti per l’acquisto della casa continua a scendere. Gli esperti si aspettavano un innalzamento dei tassi dopo l’annuncio della Bce della fine del Quantitative easing, il maxi programma di aiuti all’economia che in questi anni ha anche garantito un basso costo dei finanziamenti. Le previsioni erano di un balzo in avanti dei tassi. Invece i valori sono calati ancora. E’ quanto rileva oggi l’Osservatorio di MutuiOnline.it (dati al 30 giugno) che ha registrato l’ennesimo ribasso senza precedenti dei valori: l’1,81% per il tasso fisso e uno stabile 0,79% per il tasso variabile....
 
Leggi tutto

Le cedole rendono le banche europee di nuovo attraenti. Ecco quali sono le più generose

Affari Personali
La tempesta sui BTp e i suoi riflessi sulle banche italiane, ma anche la «crisi» di Deutsche Bank e, più in generale, la frenata della ripresa europea. Non occorre andare tanto lontano per trovare le ragioni delle difficoltà incontrate dai titoli del settore finanziario, che a livello europeo hanno dovuto inseguire il resto del mercato registrando una sottoperformance di quasi il 15%a partire dallo scorso marzo. Il calo di valore dei titoli ha però fatto inevitabilmente lievitare il rendimento cedolare dei bancari, il cosiddetto dividend yield, che si ottiene parametrando il valore delle cedole distribuite al mercato con gli stessi prezzi dell’azione. ...
 
Leggi tutto

Perchè scegliere di investire negli Usa, in Europa o nei paesi emergenti

Affari Personali
È un bilancio piuttosto magro quello realizzato dai mercati finanziari nel primo semestre. Al giro di boa di metà anno, cinque classi di attivo sulle 18 analizzate dall’Economia hanno consegnato rendimenti negativi, quattro veleggiano attorno ai livelli d’inizio anno. Solo Wall Street ha offerto davvero buone gratificazioni. Diecimila euro investiti all’inizio del 2018 sulle blue chip a stelle e strisce avrebbero fruttato 450 euro, che diventano quasi 1.200 nel caso dei titoli tecnologici. ...
 
Leggi tutto

Dazi e acquisizioni imbarazzano i bond

Affari Personali
Fra la guerra dei dazi doganali accesa dagli Usa e la rinnovata attività di fusioni e acquisizioni, gli investitori in bond a livello globale non hanno tempo di annoiarsi. Soprattutto quelli che puntano sulle emissioni investment grade e su quelle high yield. La questione tariffe e quella M&A non sono collegate fra di loro, ma costringono gli operatori a decidere su quale tipologia di carta spostarsi. “I problemi legati ai dazi Usa e su come saranno implementati sta creando molta incertezza sui mercati e potrebbe spingere gli investitori a considerare un porto sicuro come i bond investment grade a scapito dei più rischiosi high yield”, spiega Dave Sekera, Managing director per i rating sui corporate bond e per la ricerca di Morningstar Credit Ratings. “Il problema, dal punto di vista degli operatori, è che i bond ad alto rendimento continuano a comportarsi meglio di quelli più prudenti. E’ vero che sono più pericolosi per il maggior rischio di default degli emittenti....
 
Leggi tutto

BofA, corporate bond europei sulle montagne russe

Affari Personali
I corporate bond europei navigano con venti contrari e così da un punto di vista tecnico la situazione appare da mercato orso. Eppure, secondo Bank of America Merrill Lynch, questa situazione non trova ragione nei fondamentali. Gli esperti di BofA hanno cercato le ragioni di questi venti contrari per capire cosa ci si può aspettare nella seconda parte dell'anno. Certo ad animare il mercato non sono mancati eventi significativi che hanno portato questi titoli sulle montagne russe: l'esplosione della volatilità a febbraio, la risalita del Libor statunitense a marzo, le preoccupazioni riguardo l'inflazione ad aprile, il nuovo governo italiano in maggio e le preoccupazioni riguardo ai mercati emergenti, e per finire l'escalation delle tensioni commerciali in giugno. ...
 
Leggi tutto

Se arriva la frenata, la difesa è nei beni di consumo

Affari Personali
Quella dei beni di consumo difensivi è uno delle poche zone di caccia rimaste agli investitori azionari in cerca di buone occasioni. “L’universo equity, a livello globale, al momento è correttamente valutato dai mercati”, spiega Daniel Rohr, direttore della ricerca azionaria di Morningstar. “Il rapporto prezzo/fair value degli oltre 1.600 titoli che copriamo con la nostra ricerca in questo momento è pari a 1. Il segmento dei beni di consumo difensivi ha una valutazione di 0,94. In generale, comunque, in questo momento siamo positivi su tutti i comparti che sono poco sensibili all’andamento del ciclo economico. Questa posizione non deve sorprendere: l’economia mondiale è entrata nel suo nono anno consecutivo di espansione e ora c’è il rischio che le cose possano cambiare”. ...
 
Leggi tutto

Standard comuni per i green bond

Affari Personali
Che cos’è la finanza sostenibile? Come si può definire un green bond? Dopo anni di presentazioni di nuovi prodotti finanziari ispirati al mondo Esg (ambiente, sociale, governance), c’è ancora poca sintonia nel mondo sulla “tassonomia” ovvero sulle classificazioni. Tanto che la Commissione Ue ha costituito un gruppo di esperti che dovrà stabilire i criteri di etichettatura (Ecolabel) di fondi,... ...
 
Leggi tutto

Ubp, ecco perché l'oro non sale nonostante i timori sui dazi

Affari Personali
In ques'estate dominata dal tema dei dazi l'oro non riesce a svolgere la sua funzione di bene rifugio. Un'analisi di Névine Pollini, Equity Analyst di Union Bancaire Privée (Ubp) ne spiega le ragioni. Pollini ricorda che malgrado la predominante incertezza circa la possibilità di una guerra commerciale che potrebbe inasprirsi, sollevando turbolenze significative e danneggiando i mercati finanziari, l’oro è stato sotto pressione da metà giugno. Il metallo giallo, infatti, non sta assolutamente agendo da bene rifugio come invece dovrebbe fare in tempi di incertezza politica ed economica. "Il motivo alla base di questo trend è il fatto che le attuali misure protezionistiche sono messe in ombra da preoccupazioni relative a tassi in rialzo a livello globale in risposta allo slancio della crescita che, seppur moderato, è ancora in aumento", dice Pollini. ...
 
Leggi tutto

Il debito dell’Italia e l’appuntamento di primavera

Inchieste
L’anno scorso la Francia ha riportato il suo deficit/Pil al di sotto della soglia del 3% e quest’anno dovrebbe farlo anche la Spagna. Mentre Olanda e Germania viaggiano da tempo su equilibri di finanza pubblica molto migliori degli obiettivi minimi previsti dalle regole europee. Non male per quattro paesi con un debito/Pil sotto il 100% ed economie in espansione. Anche dalla loro convergenza (o permanenza) sul target del pareggio di bilancio dipende la forza dell’euro e dell’economia dell’intera area. E l’Italia, che un deficit/Pil sotto il 3% ce l’ha da qualche anno? Come si giocherà la partita dei conti pubblici 2018-2019? ...
 
Leggi tutto

Non è più la Brexit di una volta

Inchieste
Un’altra idea balorda per unificare il paese e rafforzare la sua posizione le è esplosa in faccia, lasciando Theresa May alla guida di un governo allo sbaraglio. Tredici mesi dopo le elezioni anticipate da lei volute, nelle quali ha visto la solida maggioranza ereditata da David Cameron evaporare nel nulla, May ha imposto al Consiglio dei ministri un ritiro spirituale nella casa di campagna, con coreografia da film di 007 e l’obbligo di consegna dei cellulari per tutti i ministri. May voleva arrivare a un consenso generale, eliminare il dibattito interno e presentare al paese e ai negoziatori della UE un fronte unito. In perfetto centralismo democratico vecchio stile, May aveva anche promesso di licenziare chi si fosse opposto alla linea comune emersa dall’incontro....
 
Leggi tutto

Brexit, piano May: libero scambio con Ue ma banche senza «passaporto». Apertura ai migranti qualificati

Inchieste
LONDRA - Dopo due anni di tortuosi negoziati e conflitti interni, il Governo britannico ha presentato il White Paper che delinea il futuro dei rapporti della Gran Bretagna con l'Unione Europea. Il rapporto verrà inviato a Bruxelles per essere esaminato. Michel Barnier, il negoziatore capo Ue, ha detto che verrà studiato attentamente per verificare quanto sia «credibile e realistico». ...
 
Leggi tutto

Usa-Cina: la guerra commerciale è iniziata

Inchieste
La guerra commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina, minacciata da Donald Trump in primavera e finora scongiurata dai tentativi di arrivare a una trattativa, è infine iniziata il 6 luglio. Porta con sé grandi rischi di un’escalation che potrebbe rallentare tutta l’economia mondiale. Ma quale sarà il vero impatto economico dei dazi? Di preciso non si può dire, perché è grande l’incertezza legata agli effetti sulla riorganizzazione internazionale delle filiere e sui prezzi al consumo e all’eventuale estensione dei dazi a un secondo gruppo di prodotti....
 
Leggi tutto

Il mondo affoga in 247mila miliardi di dollari di debiti pubblici e privati

Inchieste
Ottomila miliardi di dollari. Detti così sembrano numeri irreali. Da fumetti. Ma sono numeri veri. Secondo l’ultima ricerca dell’Institute of International Finance (IIF) i debiti pubblici e privati a livello globale nel solo primo trimestre del 2018 sono aumentati proprio di questa cifra: di 8mila miliardi di dollari. Si tratta dell’incremento trimestrale maggiore dal primo trimestre del 2016, che porta i debiti globali alla cifra di 247mila miliardi di dollari. Una montagna pari al 318% del Pil del mondo intero. ...
 
Leggi tutto

Crolla l'indice Zew, pesano dazi e incertezza politica

Inchieste
Nuova caduta del clima di fiducia degli investitori in Germania, con l'indice elaborato dalla società di ricerche Zew che ha accusato una contrazione di 8,6 punti a luglio portandosi a quota meno 24,7 punti. Si tratta del nuovo minimo da sei anni a questa parte (dall'agosto del 2012), con cui questa indagine, che monitora gli esperti di finanza del Paese, si allontana ulteriormente dalla media storica, pari a più 23,1 punti. ...
 
Leggi tutto

L’Italia invecchia. E il business degli older cresce

Inchieste
Oggi sono il 22% della popolazione, nel 2050 – secondo l’Istat – saranno il 34%. Parliamo degli over 65, il segmento anagrafico che sta crescendo più rapidamente nel paese. Con inevitabili ripercussioni sia dal punto di vista dei consumi (si pensi, per esempio, allo sviluppo dell’offerta di attività sportive dedicate agli older) sia sul versante del lavoro. ...
 
Leggi tutto

Chi guadagna veramente con Cristiano Ronaldo alla Juventus?

Inchieste
La Borsa ha già deciso che Cristiano Ronaldo arriverà alla Juventus e ha brindato come se l'affare fosse concluso. In quattro sedute, ossia dalla chiusura di venerdì scorso, il titolo della Vecchia Signora è cresciuto del 24%. Solo ieri è balzato dell'11,19% a 0,82 euro, tanto che ora la capitalizzazione sfiora gli 816 milioni: circa 150 milioni in più di una settimana fa stando ai dati Bloomberg. L'effetto Ronaldo ha peraltro trascinato al rialzo anche le azioni delle altre società quotate in Italia: la Roma ieri ha guadagnato il 9,74% e la Lazio il 6,08%. E non potrebbe essere altrimenti: l'arrivo di CR7 a Torino porterà benefici all'intero campionato italiano, almeno in termini di ricavi.. ...
 
Leggi tutto

Italia «pecora» nera sui titoli di Stato negli ultimi mesi

Commenti
Il fantasma mai veramente scacciato di Italexit continua a pesare sui titoli di Stato italiani. Nonostante le ripetute smentite del Governo, è evidente che l’ipotesi (pur remota) che l’Italia possa un giorno uscire dalla moneta unica gioca contro. Lo dimostrano le performance degli ultimi tre mesi dei rendimenti dei titoli di Stato decennali: quelli dei BTp italiani sono saliti di 89 punti base, mentre quasi tutti in Europa sono scesi. Sono diminuiti di 8 punti quelli francesi, di 12 quelli tedeschi, di 17 quelli olandesi. Di 22 quelli greci. Solo Spagna e Portogallo hanno, in minima parte, seguito l’Italia. Tra i principali 20 Paesi del mondo censiti da Bloomberg, solo l’Argentina ha fatto peggio. ...
 
Leggi tutto

Perché rischio sovrano e bancario sono sempre connessi

Commenti
In mancanza di sostanziali progressi verso l’unione bancaria, il nesso fra rischio sovrano e rischio bancario rimane un serio elemento di preoccupazione. ...
 
Leggi tutto

Otto economisti in difesa dell’euro, del risparmio e del lavoro degli italiani

Commenti
L’Italia oggi corre rischi gravi. Malgrado le opportune smentite del ministro Tria e del Presidente del Consiglio, permane il timore che l’idea di uscire dall’euro non sia stata definitivamente abbandonata. Questo spiega perché lo spread dell’Italia stia oscillando in questi giorni su valori che superano di oltre 100 punti base quelli prevalenti sino a poche settimane fa. Occorrono smentite chiare e azioni conseguenti da parte del governo....
 
Leggi tutto

L’uscita dall’euro non esiste ma l’Italia faccia la sua parte

Commenti
Martedì Il Sole 24 Ore ha pubblicato la lettera di otto economisti italiani in difesa dell’euro e dell’appartenenza italiana all’Eurozona. Conosco personalmente la gran parte di loro: con Lorenzo Codogno e Mauro Maré siamo stati colleghi, Pietro Reichlin è stato mio professore al dottorato, Giampaolo Galli mi ha assunto da giovane economista, con Vito Tanzi abbiamo fatto tante belle discussioni a casa sua nel periodo in cui sono stato a Washington, con Stefano Micossi si parla delle recenti evoluzioni dell’economia italiana. ...
 
Leggi tutto

Banking M&A: the quest to create a European champion

Internazionale
On the computer in his spartan corner office overlooking London’s Canary Wharf, John McFarlane keeps a live spreadsheet that charts the market values of the world’s biggest banks. At a glance, the Barclays chairman can quickly check the relative size of potential merger candidates.  Known as “Mack the Knife” for his habit of firing chief executives, Mr McFarlane and other Barclays senior directors have recently been plotting a different type of upheaval at the bank — running the rule over a potential merger with Standard Chartered, its emerging markets-focused rival. ...
 
Leggi tutto

Eurozone economy has strength to stomach QE withdrawal, says ECB

Internazionale
The eurozone’s central bankers are set to call time on the expansion of their €2.5tn bond buying spree later this year because they are increasingly convinced the region’s economy is now strong enough to take the slow withdrawal of some of their crisis era support, according to accounts of the European Central Bank’s June policy vote. The ECB’s governing council voted unanimously to lower the amount of bonds it buys each month under its landmark quantitative easing programme from €30bn to €15bn in September, before ending the purchases for good after December. ...
 
Leggi tutto

Eurozone house prices rise at fastest pace since financial crisis

Internazionale
House prices across the eurozone are rising at their fastest since before the global financial crisis, forcing the region’s banks to squeeze the supply of credit to would-be mortgage holders. Eurostat reported on Tuesday that house prices in the 19-member currency area rose 4.5 per cent in the year to the first quarter of 2018 — a level last seen in early 2007. Five countries — Latvia, Slovenia, Ireland, Portugal and Slovakia — saw double-digit price rises. ...
 
Leggi tutto

The EU Just Slashed the Eurozone Growth Forecast Because of U.S. Trade War Tensions

Internazionale
The Eurozone is already bracing for the fallout of tightening trade tensions with the U.S. Europe’s summer interim forecast puts growth 0.2% lower than its spring forecast, around 2.1% for 2018 and 2% for 2019. Commissioner for Economic and Financial Affairs, Taxation and Customs Pierre Moscovici said the downward revision was due to external factors such as U.S. trade uncertainty and high oil prices. ...
 
Leggi tutto

Apple, 10 anni di App Store: ecco le app più scaricate e le aziende che hanno guadagnato di più

Tecnologia
Sono passati 10 anni da quando Apple lanciò ufficialmente l'App Store. Era il 10 luglio del 2008 e la casa di Cupertino esordiva su un mercato, quello delle applicazioni, destinato a far registrare numeri impressionanti. E in fondo a cambiare le abitudini di ognuno di noi. Quanto le App siano entrate prepotentemente nella vita di tutti i giorni è ormai evidente. Un fenomeno autentico che ha prodotto business e innovazione, e che ha reso lo smartphone il device per eccellenza....
 
Leggi tutto

Tempesta Iliad sul mercato della telefonia mobile. Ecco che cosa provocherà

Tecnologia
Dal 29 maggio una tempesta si sta abbattendo sul mercato della telefonia mobile italiana. Parliamo ovviamente dell’ingresso di Iliad, operatore mobile francese della stessa proprietà di Free Mobile, particolarmente diffuso Oltralpe grazie a una strategia di prezzo aggressivo. In Francia, dall’ingresso nel 2011, ha da poco raggiunto i 13 milioni di clienti e una quota di mercato di quasi il 20 per cento, piazzandosi al terzo posto nonostante alcuni segnali di cedimento negli ultimi mesi. Iliad è entrata nel mercato italiano con un’offerta-killer particolarmente vantaggiosa (minuti e sms illimitati, 30 Gb di navigazione internet, a 5,99 euro)....
 
Leggi tutto

Barlocco (Samsung): «L’Italia? Laboratorio per il design hi-tech»

Tecnologia
Batterie «sempre più resistenti», «schermi sempre più grandi» che ormai toccano i sei pollici, bordi inesistenti, «investimenti sul comando vocale», una «svariata gamma cromatica» per rendere il Galaxy Note 9, pronto tra pochi giorni per essere presentato al mondo, «più attraente possibile anche per il pubblico femminile», generalmente più ricercato. ...
 
Leggi tutto

OfNews

Dalla Birmania alla Cina: 6 last-minute (scontati fino al 60%) per scoprire il mondo

Chi ancora non ha prenotato le vacanze può usufruire delle tante offerte delle agenzia di viaggio virtuali. Ce n’è per tutti i gusti: dall’Indonesia agli Stati Uniti, passando per le capitali del Nord...

Leggi tutto

Luglio 2018. Hi-Tech & banche. I Migliori del Bimestre

Intesa Sanpaolo permette di aprire online XME Conto anche a chi ancora non è cliente e inserisce una vetrina di prodotti Samsung nell’Internet banking, da finanziare a tasso 0%. Per i pagamenti UniCre...

Leggi tutto

Sei in vacanza? Pensa alla tua casa. Ecco le assicurazioni hi-tech

Controllare l’abitazione mentre si è in vacanza, guardando un video che mostra l’interno sul cellulare. Verificare che non ci siano anomalie, come allagamenti, fughe di gas o intrusioni di ladri. E ri...

Leggi tutto

Viaggiare assicurati in Grecia e USA. Quali sono e quanto costano le polizze online

È quasi tutto pronto per le vacanze ma manca ancora una polizza per tutelarsi da eventuali imprevisti? Le soluzioni online sono diverse. OF ha esaminato le offerte di 6 compagnie, per una famiglia in ...

Leggi tutto

Il futuro della web TV

Netflix, Sky, Amazon & co. E’ iniziata la guerra dello streaming TV

E’ un mercato che vale miliardi. Netflix, finora, ha avuto gioco facile, ma la concorrenza sta diventando sempre più agguerrita. Stanno nascendo servizi di TV digitale. Nuovi attori hanno annunciato i...

Leggi tutto

Il futuro della web TV: ecco cosa guarderemo

Netflix si è aggiudicata registi premio Oscar (i fratelli Coen), scrittori e sceneggiatori pluripremiati (la Shonda Rhimes di Grey’s Anatomy) e presentatori TV tra i più importanti degli USA (David Le...

Leggi tutto

La TV del futuro? Si mimetizza, è intelligente e…

Da Samsung arriva il televisore che si confonde con l’ambiente, si accende e si spegne da solo, e controlla gli oggetti connessi che ci sono in casa. Panasonic punta sulla TV intelligente. Sony, invec...

Leggi tutto

Migliore App finanza

Le migliori app per la finanza: lo scenario

Leggi tutto

Le migliori app per le assicurazioni

Leggi tutto

Speciale investimenti

Azioni (2018): come portare a casa il 6-8%

Leggi tutto

Quanto paga la liquidità?

Leggi tutto

@of_osservatorio

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito