logo-mini

OF News Aggregator

Per iscriversi o disattivarsi dalla mailing list

Uscita di lunedì 21 maggio 2018

Fca, in Italia produrrà solo auto di gamma alta

Economia
Fiat Chrysler è pronta a concentrarsi, per quanto riguarda la produzione italiana, sulle auto di fascia alta come i nuovi suv della Maserati e della Jeep, spostando invece all'estero Panda e Punto. La nuovo strategia, secondo quanto riportato da Bloomberg, dovrebbe essere annunciata dal ceo Sergio Marchionne nella presentazione del nuovo piano industriale (l'ultimo del manager) del prossimo 1 giugno a Balocco. E conferma quanto Marchionne va ripetendo da sempre. Dove il lavora costa tanto e dove la manodopera è più qualificata vanno prodotte auto costose, altrove tutte le altre. In quest'ottica, i suv di Maserati e Jeep verrebbero così prodotti nello storico stabilimento di Torino e Napoli e la Panda in Polonia. La scelta non è certo indolore sul fronte dell'occupazione, in quanto le auto di massa hanno numeri superiori rispetto alle vetture di alto di gamma. Se è vero infatti che per produrre una vettura di lusso serve più manodopera, è anche vero che i volumi delle vetture di lusso sono inferiori a quelle di massa. E i minori volumi incidono sull'occupazione...
 
Leggi tutto

Banca Generali scopre la frontiera della blockchain

Economia
La blockchain entra nel mirino degli investitori. Il tema è ancora poco compreso e riservato agli addetti ai lavori sta però via via entrando nella nostra vita di tutti i giorni e aumenterà sempre più di importanza. Semplificando, la blockchain (letteralmente: catena di blocchi) è un enorme banca dati diffusa che accoglie e soprattutto certifica e rende immutabili nel tempo le informazioni da scambiare. È una specie di sigillo di validazione che viene......
 
Leggi tutto

Per Fineco via libera alla società di gestione irlandese

Economia
Per FinecoBank è arrivato il via libera alla nuova società di gestione irlandese. Lo ha annunciato oggi la società comunicando che "Fineco Asset Management, società di investimento di diritto irlandese, interamente partecipata dalla banca, ha ricevuto dalla Central Bank of Ireland l'autorizzazione a svolgere l’attività di gestione del risparmio. L'autorizzazione da parte della Central Bank of Ireland è giunta in anticipo rispetto alla data prevista, permettendo a Fineco Asset Management di essere operativa già nelle prossime settimane"....
 
Leggi tutto

La duplice sfida di Cattolica: più polizze Vita «capital light» e diversificazione nel Danni

Economia
Dare concreta esecuzione all’accordo di bancassurance definito con Banco Bpm. Poi: nel Danni diversificare l’attività. Inoltre: incrementare il business nel Vita, soprattutto con polizze “a basso assorbimento di capitale”, e sfruttare così anche le economie di scala. Ancora: aumentare la digitalizzazione delle attività. Sono tra le priorità del Gruppo Cattolica Assicurazioni, indicate nello stesso piano d’impresa 2018-2020, a sostegno del business. La compagnia, che nell’ottobre scorso ha visto l’acquisto del 9,047% del capitale da parte di Warren Buffett, di recente ha pubblicato i numeri sul primo trimestre dell’anno. Il periodo è stato caratterizzato dal rialzo dei premi netti (+1,7%) e dall’incremento del risultato operativo (+4%). Il Combined ratio nel danni, dal canto suo, si è assestato al 93,7%...
 
Leggi tutto

Mediobanca: Cattolica entra in un business da 30 mld

Economia
Per Mediobanca Securities l'investimento di Cattolica Assicurazioni nel business delle case di riposo "è coerente con il piano industriale 2018-2020 recentemente presentato che prevede un'offerta innovativa nell'ambito della cura degli anziani abbinata all'investimento immobiliare nel settore sanitario". La compagnia guidata da circa un anno dall'ad, Alberto Minali, ha siglato ieri con Coopselios un accordo per dare l'avvio all'Health Innovation Fund, un veicolo riservato alla valorizzazione di residenze sanitarie assistenziali (Rsa). Il comparto è creato e gestito da Savillis Investment Management Sgr con Cattolica Assicurazioni come investitore di maggioranza con circa l'80% dell'equity del fondo e unico player assicurativo. Dal canto suo Coopselios è investitore di minoranza, partner operativo oltre ad apportare le residenze....
 
Leggi tutto

Piazza Affari cala ancora sui timori politici, male (-3%) le banche

Affari Personali
A Milano forti vendite sulle banche (Ftse Italia Banche -3,1%): Banca Mps , dopo il -8,86% ha ceduto il 3,52%. Male anche Bper (-6,64%), Ubi Banca (-7,85%), Banco Bpm (-6,36%), Creval (-5,76%), Intesa Sanpaolo (-2,45%), Unicredit (-2,77%). In salita invece Cnh Industrial (+3,7%), su cui Kepler Cheuvreux ha riavviato la copertura con rating buy e prezzo obiettivo a 14,5 dollari. L'azione inoltre ha beneficiato delle notizie positive sul settore, con il competitor americano Deere che ha migliorato la guidance. In progresso anche Moncler (+1,26%) e Pirelli (+0,85%), mentre hanno perso terreno Telecom Italia (-3,41%) e Poste Italiane (-3,45%). In leggera ascesa infine la società di investment banking Equita Group (+0,78%) dopo che i conti trimestrali hanno evidenziato un utile netto in crescita tendenziale del 97% a 4,4 milioni di euro e ricavi netti in aumento del 43% a 18,7 milioni....
 
Leggi tutto

Btp Italia, il 73% a investitori italiani

Affari Personali
Contratti di taglia media tra i piccoli risparmiatori (20-50mila euro) e netta prevalenza degli italiani tra gli investitori istituzionali. Queste la caratteristiche principali del collocamento del Btp italia da 7,7 miliardi di euro che si è chiusa ieri e di cui oggi il tesoro fornire un dettaglio più preciso. Nel segmento retail, si legge in una nota, circa "il 47% è stato di importo inferiore ai 20mila euro...
 
Leggi tutto

Trimestrali, buona la prima

Affari Personali
Dall’analisi dei risultati dei primi tre mesi del 2018 emerge per le quotate un aumento medio dell’ebitda di circa il 5%, a fronte di una crescita dei ricavi dell’1,5% Grazie ai recuperi di efficienza che hanno interessato soprattutto le società maggiori...
 
Leggi tutto

Quanto costano i fondi in Italia - 8

Affari Personali
Chiudiamo la serie delle analisi dei costi dei fondi di diritto italiano. Gli strumenti sono ordinati dal meno al più caro. Nelle prossime settimane ci sposteremo sui fondi di diritto estero venduti in Italia....
 
Leggi tutto

Tassi, qui ci vuole un taglio

Affari Personali
La Fintech in futuro potrebbe portare a una maggiore concorrenza nel mondo dei prestiti e a una riduzione dei costi. Ma per adesso, nonostante le offerte in vetrina, il conto resta salato...
 
Leggi tutto

Obiettivo Piazza Affari per tre aziende napoletane grazie al programma Elite

Affari Personali
Obiettivo Palazzo Mezzanotte anche per le aziende del Mezzogiorno grazie al programma Elite di Borsa Italiana e Confindustria dedicato alle aziende ad alto potenziale. Un’iniziativa che, dal 2012, contribuisce a ridurre il divario tra le imprese del Sud Italia e Piazza Affari. Ecco allora tre aziende napoletane (Graded, Tecno e Protom) entrate nella “palestra della quotazione”. Graded opera, da 60 anni, nel mercato della progettazione, realizzazione, installazione e gestione di impianti tecnologici, di cogenerazione industriale e di produzione di energia da fonti rinnovabili. La società, guidata dai fratelli Vito e Federico Grassi, ha 58 dipendenti e appartiene a un gruppo, con la controllata Grastim, che fattura 50 milioni di euro....
 
Leggi tutto

Bergamo, il risparmio abita qui In banca depositi per 22,5 miliardi

Affari Personali
I depositi bancari dei bergamaschi valgono quasi 22,5 miliardi di euro: nell’ ultimo anno, sono cresciuti di un miliardo e 700 milioni.La mappa, capillare per ogni comune della provincia, l’ ha stilata la Banca d’ Italia e ricostruisce un’ evoluzione ampia più di vent’ anni, dalla fine del 1995 al 31 dicembre 2017. È un lungo volo che abbraccia trasformazioni profonde: gli anni immediatamente successivi della crisi del 1992, il passaggio dalla lira all’ euro, l’ avvio in crescita del nuovo millennio, la grande recessione del 2007, i recenti tentativi di ripartenza. ...
 
Leggi tutto

Microcredito, accordo tra Consiglio nazionale dei commercialisti e Federcasse

Affari Personali
Il microcredito si affida ai commercialisti. Grazie a un accordo siglato in questi giorni tra Augusto dell'Erba, presidente di Federcasse, e il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti Massimo Miani questi ultimi potranno svolgere attività di accompagnamento, tutoraggio e monitoraggio nella concessione del microcredito da parte delle Banche di credito cooperativo-Casse rurali ed artigiane a favore di lavoratori autonomi, imprese e società. I commercialisti che intendono convenzionarsi per erogare i servizi ausiliari - sono in elaborazione delle linee guida e delle direttive comuni per favorire l’attività - devono autorizzare l'inserimento del proprio nominativo in un apposito elenco consultabile, tenuto dal Consiglio nazionale....
 
Leggi tutto

Sanità: 11 milioni di assicurazioni private, ma la spesa pubblica aumenta. Perché?

Inchieste
Sono 11 milioni gli italiani con in tasca una polizza sanitaria e saliranno a 21 milioni nel 2025, eppure le code dentro le strutture pubbliche non diminuiscono. (video)...
 
Leggi tutto

La nuova questione Meridionale: peggiora il divario con il Nord

Inchieste
Lo stato dell’unione italiana, a intendere somiglianze e differenze fra parti del paese, difficilmente potrebbe essere più frammentato. Per trovare un indicatore che non presenti variazioni estreme passando da Milano a Palermo bisogna scavare parecchio. Né è un problema recente, e anzi sulla questione meridionale s’interrogava già Gramsci ormai parecchi decenni fa. Per capire a che punto siamo oggi si potrebbero prendere tante misure, ma una pure rozza come il semplice Pil ha almeno il pregio di essere sintetica e semplice abbastanza da illustrare quanto distanza c’è a lavorare e vivere a gradi diversi di latitudine. In questo senso una delle fonti migliori per tornare indietro nel tempo arriva dalle ricerche di Giovanni Vecchi e colleghi, che per Oxford University Press hanno pubblicato il libro “Measuring Wellbeing: A History of Italian Living Standards” – in cui riassumono anni di studio e che contiene tantissimi numeri curiosi e interessanti....
 
Leggi tutto

Incentivi per innovare le PMI: ecco le misure in atto, tra progressi e ritardi

Inchieste
Ci sono altri 242 milioni di euro dallo Stato, in tutto 342 milioni, per aiutare le Pmi a investire nel digitale per innovarsi. I fondi stanziabili in questo modo per ora sono finiti e pazienza se riescono a soddisfare solo il 30 per cento circa delle esigenze del Centro-Nord. Il tutto mentre si attende ancora il decreto per rendere operativo lo sgravio fiscale del 30 per cento su chi investe in Pmi innovative. Così come si attende l’arrivo dei voucher per le imprese che spendono in banda ultra larga, pari a un miliardo di euro promessi già da Renzi nel 2016 e sbloccati dal Consiglio dei ministri nel 2017. ...
 
Leggi tutto

Usa-Cina: dazi sospesi fino alla definizione di un accordo

Inchieste
Oggi 21 maggio il segretario al tesoro Usa Steven Mnuchin ha confermato la sospensione dei dazi sui mercati americani e cinesi all'indomani dell'annuncio dell'accordo di principio tra i due Paesi per ridurre il deficit commerciale americano. «Abbiamo trovato un accordo quadro» ha spiegato alla Fox, evocando un'intesa per «sospendere i dazi» durante la sua messa a punto. Se però la Cina non rispetterà i suoi impegni, ha ammonito, il presidente «potrà sempre decidere di rimettere in opera» i dazi. L’articolo di seguito pubblicato ieri sera spiega i progressi che hanno portato all’annuncio di oggi. New York - Il tentativo di disgelo commerciale tra Stati Uniti e Cina passa per un accordo con poche cifre e molte promesse: Pechino, dopo giorni di trattative tra delegazioni ai massimi livelli a Washington, ha acconsentito a nuovi impegni per l'acquisto di beni e servizi “made in Usa”. Ancora elusivo, però, l'obiettivo dell'amministrazione di Donald Trump di più che dimezzare il deficit bilaterale nell'interscambio, tagliandolo di 200 miliardi di dollari l'anno da oltre 370 miliardi...
 
Leggi tutto

Il lusso è la più ricca industria di Francia. Lvmh batte anche Total e le big dell'auto

Inchieste
Fare dell’effimero un industria, che è la prima per capitalizzazione della Francia. Lvmh non solo è il colosso mondiale del lusso, ma è la più grande azienda francese per valore di mercato. Dall’alto dei suoi 156 miliardi di euro, vale l’8% in più del colosso francese dell’energia Total (144 miliardi). L’Oreal, del resto tra profumi e creme, si piazza in terza posizione sul Cac40 totalizzando 115 miliardi di valore, ovvero tanto quanto Danone (43 miliardi), Renault (26 miliardi), Michelin (21,6 miliardi) e Peugeot (18 miliardi) messe insieme. Ora che si è staccata da Puma ed è diventata un azienda di solo alto di gamma, anche Kering è in forte ascesa (+30% da inizio anno e pari a 60,5 miliardi), tanto da superare perfino il colosso delle assicurazioni Axa (55 miliardi) e tallonare l’altra griffe francese di Hermès (62,8 miliardi di valore di Borsa)....
 
Leggi tutto

I cinque fattori che fanno salire il prezzo del petrolio (e della benzina)

Inchieste
Dopo anni di debolezza il petrolio ha ripreso a correre, accelerando i rialzi nell'ultima settimana, quando il Brent ha raggiunto quota 80 dollari al barile: un rally sempre più scatenato, che ha portato alcuni analisti a rinnovare la previsione di un ritorno a prezzi superiori a 100 dollari e che ha già iniziato a pesare sulle tasche dei consumatori. In Italia i prezzi alla pompa (per oltre il 60% rappresentati da tasse e accise) hanno superato 1,6 euro al litro, ai massimi dal 2015. Ecco i motivi principali per cui le quotazioni del barile stanno salendo alle stelle. Le sanzioni contro l'Iran. Il prezzo del petrolio, che nel 2016 era crollato addirittura sotto 30 dollari, stava già risalendo da mesi. Ma la fiammata più recente è legata in gran parte al ripristino delle sanzioni contro Teheran da parte degli Stati Uniti...
 
Leggi tutto

FINE DI UN’EPOCA. Fca, l'Italia non è più un Paese per auto di massa. Basteranno Alfa Romeo e Maserati?

Commenti
Alla fine, la fine è arrivata. La fine dell’Italia dell’auto per come l’abbiamo sempre conosciuta. La fine dell’Italia del mass market. Una Italia che ha avuto il suo apogeo nel 1984 con la Fiat Uno di Vittorio Ghidella, l’ultimo degli ingegneri della Fiat in grado di realizzare una macchina che consentiva a Corso Marconi – allora si chiamava così – di competere mese dopo mese con Wolfsburg, il quartier generale della Volkswagen, per la leadership delle vendite europee. Sembra un secolo fa. Sono passati meno di 35 anni. La decisione di eliminare qualunque tipo di auto popolare e non ad alto valore aggiunto – in sostanza, l’Italia perde il marchio Fiat (resta solo la 500 X a Melfi) – e di mantenere nel nostro Paese i marchi premium Alfa Romeo e Maserati è la naturale formalizzazione della impostazione strategica data da Sergio Marchionne a Fca in questi ultimi anni e annunciata, nei suoi termini concreti, un pezzettino dopo l’altro negli ultimi mesi....
 
Leggi tutto

Mini-Bot, l’idea della moneta parallela di piccolo taglio

Commenti
I mini-Bot non sono usciti. Molte delle proposte più spiazzanti contenute nel «contratto» di governo fra M5S e Lega sono sparite nella versione di ieri, quella definitiva: non c’è più un’opzione esplicita di uscita dall’euro; non appare l’idea di azzerare o scomputare dal debito i titoli di Stato comprati dalla Banca d’Italia per conto della Banca centrale europea; sparisce ogni riferimento a un nuovo ruolo interventista di Cassa depositi e prestiti. Ma i mini-Bot restano là, forse l’idea di per sé più eterodossa nell’accordo finale. Su iniziativa della Lega, si propone di saldare in titoli di Stato di piccolo taglio (forse fra i cinque e i cento euro) sia i debiti insoluti della pubblica amministrazione verso i fornitori, che i crediti d’imposta a favore di famiglie e imprese. Questi titoli non pagherebbero interessi e sarebbero denominati in euro. Proprio per questo, secondo la Lega, potrebbero essere usati come banconote (simili ai miniassegni degli anni ‘70) per saldare sia piccole spese che pagamenti allo Stato per tasse o multe. In sostanza, i miniBot diventerebbero una sorta di moneta supplementare emessa dal governo sotto forma di debito e circolante solo in Italia (pochi infatti la accetterebbero fuori dai confini)....
 
Leggi tutto

Per l’Unione monetaria ecco la ricetta di Draghi

Commenti
La critica all’Europa che siamo ormai abituati a definire “populista” non è caduta dal cielo. È il riflesso del fatto che la moneta unica non ha realizzato fin qui la sua “promessa di stabilità e prosperità”, come ha detto Mario Draghi l’11 maggio a Firenze. E ciò perché non siamo stati finora capaci di affrontare quegli aspetti che “tutti sappiamo essere incompleti”. Non è certo la prima volta che il presidente della Banca centrale europea chiama a un salto di qualità dell’assetto istituzionale dell’euro. Ma nel discorso pronunciato all’evento “Lo stato dell’Unione”, organizzato dall’European University Institute, Draghi ha indirizzato alla politica europea un preciso messaggio. È più che mai urgente un progetto comune di riforma che introduca due nuovi strumenti di stabilizzazione: a) una rete di sicurezza pubblica per il fondo di risoluzione bancaria e per l’assicurazione europea dei depositi; b) uno strumento fiscale che scongiuri gli effetti pro-ciclici dei mercati e delle politiche fiscali nazionali in caso di crisi....
 
Leggi tutto

La folle illusione di un falò da 250 miliardi di debito

Commenti
Seppur smentita, la proposta di annullare 250 miliardi di titoli del debito pubblico italiano detenuti dalla Banca centrale europea sul proprio bilancio ha destato scalpore e innervosito pericolosamente i mercati finanziari. Proposte così radicali, pur nella loro apparente semplicità, si alimentano della confusione profonda su ciò che una banca centrale veramente è, e su quali siano i limiti alla sua capacità di alleviare, o addirittura cancellare, le obbligazioni fiscali di uno Stato. La Bce ha acquistato titoli di stato italiani come parte del programma di Quantitative easing iniziato nel 2013. Con questo programma, ad esempio, la Bce acquista 100 euro di titoli di stato dalle banche e accredita, in cambio, 100 euro di riserve, detenute dalle banche stesse presso la Bce. Molto semplicemente, la Bce acquisisce un’attività (i titoli) e contemporaneamente, creando riserve (cioè moneta), bilancia queste attività con maggiori passività. Le riserve detenute dalle banche presso la Bce, infatti, sono un’obbligazione che la banca centrale detiene nei confronti delle banche stesse. Il cosiddetto processo di creazione di moneta è sostanzialmente questo, cioè creazione di riserve...
 
Leggi tutto

LA MOSSA DI TRUMP. Ecco perché con le sanzioni economiche all'Iran i cocci saranno europei e i vantaggi cinesi

Commenti
Molti membri dell'amministrazione Trump, tra cui il consigliere per la Sicurezza, John Bolton e il segretario di Stato, Mike Pompeo, credono che sanzioni economiche più stringenti causeranno il collasso del regime degli Ayatollah al potere dal 1979, anno della rivoluzione khomeinista che detronizzò l'ultimo Scià di Persia, Reza Pahlavi. E' un'ipotesi verosimile? Uno sguardo alle esperienze del passato non porta a conclusioni univoche. Vediamole insieme. Le sanzioni non hanno rovesciato né Saddam Hussein in Iraq né il colonnello Gheddafi in Libia né Assad in Siria. Sessant'anni di sanzioni contro la Corea del Nord hanno portato il regime nordcoreano ad acquisire un pericoloso arsenale nucleare. L’efficacia delle sanzioni. Le recenti aperture coreane sono il frutto delle pressioni di Pechino più che gli effetti delle misure restrittive economiche. L'embargo statunitense a Cuba in vigore da mezzo secolo ha lasciato il regime castrista saldo al potere. Certo in Iran a dicembre ci sono state manifestazioni anti-governative contro il carovita ma il regime ha retto usando il pugno della repressione....
 
Leggi tutto

Io banca compro debito, tu Stato chiudi un occhio

Commenti
Il trend è evidente: le banche italiane continuano a vendere titoli del nostro debito e la Bce continua a comprarli. Gli istituto di credito nostrani hanno infatti ceduto titoli di Stato domestici in quantità record nell’ultimo trimestre dello scorso anno, pari a 40 miliardi di euro. Perché si sta verificando questa migrazione? La settimana scorsa abbiamo affrontato il tema riguardante l’indice NSFR(Net Stable Funding Ratio) che dal 2018 dovrebbe rappresentare un “indicatore” della liquidità (e quindi solidità) del sistema delle banche e della intrinseca capacità di reagire a eventi traumatici, su un orizzonte di tempo limitato (un anno). Ma, come abbiamo dimostrato, si tratta di una spia “truccata” alla fonte. Ma perché Basilea ha voluto edulcorare questo indicatore? Perché consentire alle banche di “annacquare” – o se preferite “edulcorare” – l’indice con quella parte di somme che hanno una scadenza minore ai 12 mesi? Semplice: perché le banche private hanno nei loro portafogli decine di miliardi di titoli di Stato. Gli istituti di credito privati sono da sempre i primi che vanno in soccorso e incontro allo Stato per finanziare il debito pubblico...
 
Leggi tutto

Le 5 spiagge d’Italia che sono Bandiera Blu nel 2018. Ecco le più belle

Viaggi denari
Quest’anno la costa italiana si arricchisce di nuove Bandiere Blu, il prestigioso riconoscimento assegnato ogni anno dalla Foundation for Environmental Education (FEE), un'organizzazione internazionale non governativa e non-profit con sede in Danimarca. Infatti, rispetto al 2017, 16 sono le località new entry che portano a casa il titolo, elevando a 175 il numero dei comuni italiani che da nord a sud vantano questo privilegio. Rigidi e rigorosi sono i requisiti da rispettare, infatti, 4 spiagge nel 2018 non hanno ottenuto la conferma della propria bandiera ma nonostante ciò la quantità di località turistiche balneari, sia di mare che di lago, rimane molto elevata sul litorale italiano che ne conta ben 368. Per ottenere la Bandiera Blu la spiaggia, che deve essere ufficialmente designata come area di balneazione a livello nazionale (o internazionale), deve rispondere agli standard internazionali richiesti per le quattro categorie: educazione ambientale e informazione, qualità delle acque, gestione ambientale, servizi e sicurezza. Su 33, i requisiti Imperativi e quindi obbligatori sono ben 30. La spiaggia, per esempio, per poter ottenere la Bandiera Blu deve rispettare i parametri microbiologici, fisici e chimici e predisporre piani di emergenza per i casi di inquinamento o rischio per la sicurezza ambientale. OFTravel ha selezionato le 5 spiagge più belle di queste 16 new entry del 2018, scegliendo tra località di mare. Ecco i consigli su dove soggiornare e mangiare. ...
 
Leggi tutto

Banks and tech groups urged to join forces to deal with IT risk

Internazionale
Increasing use of cloud, AI and blockchain fuels concerns, says research paper Banks, technology companies and regulators should work together to find new ways of categorising risks emanating from burgeoning technology, which could affect a lender’s regulatory capital requirements, a new research paper urges. The explosion in the past two years in the banks’ use of the cloud, artificial intelligence and blockchain technology means lenders’ traditional ways of managing risks — and regulators’ means of supervising them — are outmoded, reads the paper by industry lobby group UK Finance and management consultancy Parker Fitzgerald. The paper, published days before sweeping EU legislation around data protection is introduced, argues that while these technologies bring efficiency and a way for banks to move off notoriously inefficient legacy systems, they also carry new risk. Regulators already force individual banks to hold more capital if they judge that they are exposed to more operational risk, which includes cyber security and how a lender manages its relationship with outsourcers. ...
 
Leggi tutto

Investment banks line up rebound in revenues

Internazionale
Global investment banking revenue will recover from a fall of about 15 per cent in the first five months of the year, according to the head of capital markets origination at Citigroup. Tyler Dickson, who oversees debt and equity capital markets for one of the world’s top three investment banks, said the fall in revenues for 2018 compared with a year earlier would end up being “closer to zero” than the 15 per cent fall in the year to date. He said that conditions last year were “near perfect”, given geopolitical risks, interest rate rises, trade wars and inflation, but this year the backdrop was still “pretty darn good”. “We would expect that gap (between 2017 and 2018) to close,” he added, referencing the 15 per cent fall in investment banking revenue year to date as charted by industry monitor Dealogic. ...
 
Leggi tutto

Brussels to unveil ‘safe-asset’ plan for pooled bonds

Internazionale
Plan faces resistance from rich states wary of underwriting weaker countries’ debt Brussels is to unveil plans this week for a eurozone debt instrument that it hopes will make banks and governments safer in financial crises, despite resistance from richer states that fear having to underwrite weaker countries’ borrowing. The European Commission wants to create “sovereign bond-backed securities” by bundling together bonds issued by different member states. It hopes that eurozone banks, which are large investors in government debt, would buy SBBS and diversify away from bonds sold by their home governments. The blueprint is part of Brussels attempts to deepen financial integration in the eurozone by weakening the “doom loop” between banks and sovereign borrowers. ...
 
Leggi tutto

Big banks boost Brexit budgets

Internazionale
Spending spirals as uncertainty persists over how Britain’s EU departure will pan out Big banks are increasing their budgets for dealing with Brexit, as they stick to a March 2019 deadline to transfer parts of their businesses from London despite the 21-month transition deal struck between the UK and EU earlier this year. Senior executives at three large lenders told the Financial Times their organisations now expected to spend more than £100m on plans to reorganise their businesses after Britain’s departure from the EU. Two said the costs, which covered everything from consultants’ fees to planning teams’ salaries and technology, had risen because of prolonged uncertainty about how Brexit will pan out. Consultants said they had seen rises across several banks and that it was “not unusual” for big banks to have budgeted £100m-£200m for Brexit costs this year, in addition to the £10m-£30m they had already spent since the June 2016 vote to take the UK out of the EU. The news comes after a survey from EY showed that 65 per cent of financial services businesses said a political agreement on a Brexit transition had not changed their Brexit planning timelines. Just 4 per cent of the 181 financial services groups polled by the consultancy firm said they would work towards a December 2020 deadline, when the agreed transition expires, rather than March 2019, when Britain leaves the EU and the transition begins. ...
 
Leggi tutto

Italy's Populists Seek New Premier Amid Euro Warning

Internazionale
Italy’s two populist parties agreed on a prime minister, sealing a government deal amid a warning by France to avoid putting the euro area’s stability at risk. With the anti-immigration League and the Five Star Movement set to propose a cabinet to President Sergio Mattarella as early as Monday, Florence University law professor Giuseppe Conte emerged as a possible premier. League head Matteo Salvini and Five Star leader Luigi Di Maio held off on making names public before meeting the head of state. “We closed the deal this morning on the candidate for premier and ministers, so we are ready to get started,” Salvini said in a video posted on his party’s Facebook site after he and Di Maio met on Sunday....
 
Leggi tutto

The backlash that never happened: New data shows people actually increased their Facebook usage after the Cambridge Analytica scandal

Internazionale
The Cambridge Analytica data debacle was billed as Facebook’s biggest crisis, but it looks like it didn't even leave a scratch on the company. Facebook weathered the worst of the storm and usage actually increased, according to a client note from Goldman Sachs, citing ComScore figures. In other words, the #deleteFacebook backlash never really arrived. Goldman Sachs said Facebook's US unique users on mobile rose 7% year-on-year to 188.6 million in April, when the scandal was biting hard. Time spent on Facebook also went up. The graph below says it all. And there's more good news for Facebook. Deutsche Bank said its advertising system checks had shown that the purge of 583 million fake accounts following Russian interference in the US election has had "little to no impact on audience reach." It produced a graph revealing that ad targeting across all demos has actually grown....
 
Leggi tutto

Pacchetti turistici prenotati online: dal primo luglio finisce il far-west

Tecnologia
Dal primo luglio scattano nuove tutele per tutti gli europei che scelgono un pacchetto turistico per le proprie vacanze. Le novità sono state introdotte dalla direttiva 2015/2302 che l'Italia ha recepito lo scorso 16 maggio. I viaggi organizzati sono già tutelati dall’inizio degli anni Novanta, ma solo quelli preconfezionati, scelti all’interno di un catalogo, senza alcuna possibilità di personalizzazione. Nel frattempo internet ha cambiato tutto e, oggi, la maggioranza dei consumatori europei acquista vacanze a pacchetto ma non necessariamente da uno stesso operatore né all’interno di un’unica operazione. E soprattutto, molti prenotano le proprie vacanze online e non più in agenzia di viaggio. ...
 
Leggi tutto

STARTUP. Italian Master Startup Award 2018: vince T4i, spin off “spaziale” dell'Università di Padova

Tecnologia
Promosso da PNICube (Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition regionali) e giunto alla dodicesima edizione, l'Italian Master Startup Award 2018 ha premiato quest'anno, come migliore giovane impresa tecnologica del “circuito” della ricerca accademica, uno spin-off fondato nel 2014 in pancia all'Università di Padova. T4i - Technology for Propulsion and Innovation è la startup che ha evidenziato la migliore performance in termini di crescita e risultati ottenuti sul mercato nei suoi primi anni di vita vincendo la concorrenza della altre nove imprese finaliste, tutte ad alto impatto tecnologico, che hanno illustrato il percorso fatto e gli obiettivi futuri a una giuria composta da fondi di investimento, early-stage financing e manager d'impresa....
 
Leggi tutto

FINTECH. Arriva il «criptodollaro»: Circle crea la valuta digitale legata al biglietto verde

Tecnologia
Non è un vero criptodollaro, ma l’ultima invenzione di Circle si avvicina molto al concetto. La società fintech inglese attiva nei pagamenti via criptovalute ha annunciato la creazione di una sua criptovaluta il cui valore sarà legato alla parità uno a uno con il dollaro. L’obiettivo è di creare uno strumento che abbia tutti i vantaggi delle criptovalute - trasparenza e sicurezza - ma che riduca il rischio di volatilità che finora ne ha limitato l’uso come mezzo di pagamento. La Usd Coin di Cricle nasce infatti come una soluzione che permette di utilizzare questi “token del dollaro”, nel senso che sono garantiti da riserve in dollari Usa, come strumenti di pagamento nell’”ecosistema cripto”....
 
Leggi tutto

Paypal, maxi acquisizione: 2,2 miliardi dollari per iZettle

Tecnologia
PayPal ha annunciato un accordo per l'acquisto della svedese iZettle, società del 'mobile payment', per 2,2 miliardi dollari. La statunitense PayPal, scorporata da eBay tre anni fa, ha dichiarato che quella che rappresenterebbe la sua più grande acquisizione fino ad oggi servirà a rafforzare la sua piattaforma per la gestione dei pagamenti delle piccole imprese, in particolare in Europa e America Latina. L'accordo è arrivato quando la 'giovane' azienda svedese era pronta per un debutto sul mercato azionario. "Le piccole imprese sono il motore dell'economia globale e stiamo continuando ad espandere la nostra piattaforma per aiutarle a competere e vincere online, negli store e via cellulare", ha detto in una nota l'amministratore delegato di PayPal, Dan Schulman. "Nel mondo digitale di oggi - ha aggiunto Schulman -, i consumatori vogliono essere in grado di acquistare quando, dove e come vogliono"...
 
Leggi tutto

Turismo spaziale, tutte le startup che ci porteranno tra le stelle

Tecnologia
Dopo parecchie promesse negli ultimi anni, forse il 2018 sarà quello giusto per veder partire il business del turismo spaziale, termine sotto cui cadono attività e possibilità di viaggio nel cosmo molto diverse. Il segnale certo di risveglio è un finanziamento cospicuo, un miliardo di dollari, a Sir Richard Branson. L’intraprendete creatore di tante attività diverse, dalla musica agli aerei fino alle bibite, promette che la sua Virgin Galactic sarà la prima a far provare l’emozione dello spazio ai suoi clienti. Lo dice però da 10 anni, ha già venduto 700 biglietti per i primi voli, 250.000 dollari all’uno, e ora assicura che, con il finanziamento, avuto dal fondo pubblico dell’Arabia Saudita, ce la farà entro l’anno....
 
Leggi tutto

BUION WEEK END DA OFTRAVEL.IT

Avvisi
...
 
Leggi tutto

IL PIANO M5S-LEGA. Mps come banca pubblica «di servizio» fa crollare il titolo in Borsa

Economia
Nel contratto di Governo tra Lega e M5s è previsto che lo Stato non esca dal capitale di Mps e «che provveda alla ridefinizione della mission e degli obiettivi dell’istituto di credito in un’ottica di servizio». A spiegare cosa intende la futura coalizione di Governo per «ottica di servizio» è stato ieri l’economista della Lega Claudio Borghi che, in un colloquio con Reuters, ha precisato che «ottica di servizio significa che tutte le sedi di Mps nelle valli che erano molto utili per l’economia della popolazione toscana, e che in un’ottica di puro e crudo profitto è stato previsto di chiudere, verranno tenute per far sì che la banca faccia un servizio ai cittadini». La chiusura delle filiali rientra nel piano concordato con la Ue che, in cambio della concessione alla ricapitalizzazione precauzionale da parte dello Stato nell’ambito del burden sharing, ha imposto una serie di paletti all’operatività. Qualunque cambiamento dovrà essere negoziato con Bruxelles - nella lunga lista del contenzioso che pare destinato aprirsi tra Italia e Ue - ed è probabilmente questo uno dei dossier finanziari considerati più urgenti da Lega e M5s che, nel contratto di Governo, citano solo Mps tra le quotate....
 
Leggi tutto

Deutsche Bank è una “banca problematica”. Lo dice Steve Eisman, il gestore di hedge fund che piazzò ‘La grande scommessa’

Economia
Il gestore di hedge fund Steve Eisman, famoso per aver scommesso a sfavore del mercato immobiliare statunitense prima del crollo finanziario del 2008, pensa che Deutsche Bank sia “una banca problematica” che deve “operare un drastico ridimensionamento”. In un’intervista trasmessa da Bloomberg TV, Eisman ha detto: “Deutsche Bank ha reali problemi di redditività. Non investe in tecnologia da molto, moltissimo tempo. Probabilmente è sottocapitalizzata. Ritengo probabile che effettui una nuova raccolta di capitali l’anno prossimo”. “Deutsche Bank è una banca problematica. Penso che debba operare un drastico ridimensionamento.” La banca ha riportato a febbraio una perdita annuale di 497 milioni di euro relativa al 2017, il suo terzo anno consecutivo in rosso. John Cryan è stato costretto a lasciare la carica di Ceo ad aprile e il suo successore, Christian Sewing, ha annunciato l’intenzione di ridimensionare la struttura negli Stati Uniti e procedere di conseguenza a un taglio del personale....
 
Leggi tutto

OfNews

Bandiere Blu: le 5 più belle new entry del 2018

Il litorale italiano conta ben 368 spiagge che sono state insignite del titolo Bandiera Blu. E rispetto al 2017, 16 sono le nuove entrate. OFTravel ha selezionato le 5 più belle, tutte in località di ...

Leggi tutto

A settembre il premio OF Miglior Banca 2018

A settembre torna il premio OF Miglior Banca, che grazie all’analisi dei prodotti retail (presenti nel DB Prodotti Bancari) e a quella dei bilanci (grazie alla piattaforma OFPowerView) premia l’istitu...

Leggi tutto

Maggio 2018. I migliori conti correnti, mutui, prestiti

Poche le novità per i tradizionali prodotti bancari. Credem, ad esempio, sceglie di semplificare la sua gamma di conti con i nuovi Conto Facile e Credemconte . CheBanca! festeggia i suoi 10 anni dalla...

Leggi tutto

Rifioriscono i Depositi: il rendimento sale fino al 2%

Dopo anni di tassi a zero virgola qualcosa, rifioriscono le promozioni sulla liquidità remunerata. Conti di deposito e linee vincolate tornano ad offrire rendimenti interessanti, ma solo per brevi per...

Leggi tutto

Il futuro della web TV

Netflix, Sky, Amazon & co. E’ iniziata la guerra dello streaming TV

E’ un mercato che vale miliardi. Netflix, finora, ha avuto gioco facile, ma la concorrenza sta diventando sempre più agguerrita. Stanno nascendo servizi di TV digitale. Nuovi attori hanno annunciato i...

Leggi tutto

Il futuro della web TV: ecco cosa guarderemo

Netflix si è aggiudicata registi premio Oscar (i fratelli Coen), scrittori e sceneggiatori pluripremiati (la Shonda Rhimes di Grey’s Anatomy) e presentatori TV tra i più importanti degli USA (David Le...

Leggi tutto

La TV del futuro? Si mimetizza, è intelligente e…

Da Samsung arriva il televisore che si confonde con l’ambiente, si accende e si spegne da solo, e controlla gli oggetti connessi che ci sono in casa. Panasonic punta sulla TV intelligente. Sony, invec...

Leggi tutto

Migliore App finanza

Le migliori app per la finanza: lo scenario

Leggi tutto

Le migliori app per le assicurazioni

Leggi tutto

Speciale investimenti

Azioni (2018): come portare a casa il 6-8%

Leggi tutto

Quanto paga la liquidità?

Leggi tutto

@of_osservatorio

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito